Conferenza GNL Roma Fiera Oil non Oil 2019

Qui il link al video: https://youtu.be/_88BXMfXckc

GNL, 5 ANNI DI ESPERIENZE: SVILUPPO DELLE INFRASTRUTTURE, INVESTIMENTI, SOSTENIBILITA’

OIL NON OIL ROMA, 23 OTTOBRE 2019 – SALUTO DI APERTURA

GIACOMO FABBRI, PRESIDENTE GRUPPO MERCEOLOGICO GNL ASSOGASLIQUIDI/FEDERCHIMICA

Buon pomeriggio a tutti,

Con molto piacere porto il saluto di apertura di questo convegno da parte di Assogasliquidi/Federchimica, che dal 2013 ha esteso il suo ambito di rappresentanza all’interno di Confindustria al settore del GNL in tutta la filiera del prodotto: dalle imprese titolari delle infrastrutture di approvviggionamento, a quelle che provvedono alla distribuzione, nonché alle aziende che forniscono apparecchiature, impianti e servizi di trasporto del prodotto.

Negli ultimi cinque anni il mercato del GNL ha vissuto uno sviluppo consistente, arrivando oggi a rivestire un ruolo centrale nelle politiche di salvaguardia ambientale e sicurezza energetica e, in questo periodo, Assogasliquidi ha cercato di accompagnare le Imprese impegnate in importanti investimenti in questo segmento.

Il convegno di oggi, quindi, si propone di offrire un’analisi dettagliata dell’attuale struttura del mercato e delle dinamiche che ne hanno determinato lo sviluppo, partendo dalla consistenza dell’infrastruttura e dall’analisi di sostenibilità degli investimenti.

Si tratta di un’occasione per fare un bilancio, a 5 anni dalla costruzione del primo punto vendita in Italia per il trasporto pesante e, a tal riguardo, voglio ringraziare l’organizzazione della Fiera di Oil non Oil per aver consentito ad Assogasliquidi di strutturare questo momento di approfondimento, penso utile e proficuo per tutte le realtà – Istituzioni pubbliche e Imprese – che sono fortemente impegnate a garantire lo sviluppo di una filiera nazionale del GNL in tutti i suoi utilizzi.

L’Italia, infatti, nel settore del GNL presenta numeri di assoluto rilievo raggiunti in appena 5 anni: oggi gli impianti di distribuzione di GNL per il trasporto pesante sono arrivati a 55 e l’Italia è il primo Paese in Europa, seguita dalla Spagna con 36 e dalla Francia con 19.

In pochi anni, il GNL ha conosciuto pertanto un grande sviluppo e oggi, grazie alle sue proprietà ecologiche – riconosciute anche dalla Commissione Europea che l’ha inserito nella direttiva DAFI – sta assumendo un ruolo sempre più rilevante nelle politiche di decarbonizzazione e sicurezza energetica.

Voglio innazitutto ringraziare le Istituzioni – il Ministero per lo sviluppo economico, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e la Regione Lombardia – oggi presenti che si sono occupate da subito del comparto del GNL definendo fin dal 2014 apposite linee guide in materia di sicurezza antincendio,  specifiche procedure amministrative  che attuando i principi della direttiva DAFI permettono di  giungere ad una rapida autorizzazione dei progetti di Small Scale LNG, nonchè, a livello regionale di apposite misure di promozione e di sostegno degli investimenti delle aziende in questo comparto.

Si è trattato di un esempio virtuoso di come il nostro Paese può essere un’eccelenza nello sviluppo e nella crescita se il pubblico ed il privato – ognuno per le proprie competenze e nel rispetto reciproco dei ruoli – collaborano per creare le condizioni ottimali per consentire la libera esplicazione degli investimenti.

Abbiamo voluto costruire l’evento di oggi per consentire alle Imprese impegnate in tutta la filiera di poter “raccontare” la propria esperienza maturata in questi cinque anni anche portando all’attenzione il proprio “case history”, nonchè i prossimi impegni necessari a garantire un ulteriore sviluppo del settore, incrementando così la competitività del mercato nazionale.

Riteniamo, infatti, che – per il suo ridotto impatto ambientale, utile per raggiungere i target europei di decarbonizzazione ed avere una migliore qualità dell’aria, il GNL debba essere sempre più centrale nelle agende dei Governi e soprattutto dell’Italia.

Oggi possiamo essere fieri di essere leader in Europa per i punti vendita stradali e per i progetti di depositi di Small Scale LNG autorizzati, ma tanto altro ancora deve esser fatto.

Assogasliquidi, in rappresentanza delle imprese impegnate nel settore GNL, ha fin dal 2013 compreso le potenzialità del mercato e insieme alle Imprese ha lavorato per creare il quadro normativo e regolatorio che fosse di stimolo e di ausilio alle iniziative industriali, in tutti i comparti di interesse: servizi di Small Scale LNG, punti vendita carburanti a servizio del trasporto stradale, sviluppo di impianti industriali e reti off-grid con specifiche caratteristiche, nonché da ultimo il bunkeraggio di GNL per la propulsione marittima e per i servizi di bordo della nave.

A nostro parere è necessario che vengano poste in essere ulteriori misure di promozione e di stimolo che consentano al Paese di disporre in tempi brevi di basi nazionali di approvvigionamento, così come di un quadro di promozione e di supporto per chi sceglie di utilizzare il GNL per trasportare merci, sviluppare soluzioni per la propulsione delle navi e dei servizi di bordo come norme di defiscalizzazione o tariffe portuali agevolate, in linea anche con quanto previsto dal recente Piano nazionale Energia e Clima.

 

L’auspicio è che – anche tramite gli apporti tecnici e di esperienza che verranno proposti dai Relatori di oggi – le Istituzioni competenti dispongano di un quadro ancor più completo che consenta di assumere delle misure concrete già dalla prossima Legge di Bilancio, in modo tale da cogliere appieno tutte le grandi potenzialità e i vantaggi legati al GNL.

Come sempre, Assogasliquidi si pone a completa disposizione delle Istituizioni come interlocutore per gli approfondimenti tecnici necessari e per l’individuazione delle migliori misure normative, tecniche e operative che consentano al nostro Paese di superare gli attuali gap infrastrutturali e moltiplicare i già ottimi risultati raggiunti in questi primi 5 anni nello sviluppo del mercato del GNL.

Buon lavoro!

Vulcangas Application

All’Oil non Oil 2019 abbiamo presentato la nuova VulcanAPP GNL -160°.

L’applicazione pensata… …APPosta per una migliore esperienza nel Corridoio Vulcangas GNL -160°

  • Tutte le informazioni degli impianti in un’unica APP
  • Navigazione integrata verso l’impianto desiderato
  • Prenotazione rifornimento (riduzione attese e avvio impianto)
  • QR CODE di riconoscimento
  • Storico rifornimenti in tempo reale
  • Avvisi in tempo reale in caso di fermo impianto (manutenzioni ecc…)

#app #vulcangas #vulcangasapplication #gnl #lng #lngcorridor #corridoiognl #vulcancard #vulcanapp

VulcanAPP

GNL: la conferma di molte promesse

Solo 5 anni fa lo sviluppo del GNL sembrava un’utopia. Oggi in Italia si contano 35 distributori, 20 impianti civili ed industriali ed oltre 2.000 camion circolanti.

Ve ne parlo nella mia analisi su

Giacomo Fabbri – Vulcangas

Fonte staffettaonline.com

Cinque anni fa, mentre un intero settore industriale già storicamente solido nel campo dell’energia era pronto a diversificare le proprie attività entrando attivamente nella realizzazione di strutture distributive per il GNL, nei tavoli dei congressi più qualificati come quelli di Conferenza GNL – nei quali Assogasliquidi è sempre stata presente e proattiva nel portare il grande interesse dell’industria – ci si confrontava affannosamente sull’amletica questione attendendo che l’Europa concedesse fondi per far partire gli investimenti, che il Governo varasse piani di sviluppo delle infrastrutture e che il prodotto iniziasse a confluire sulle nostre coste.

In quel momento molte erano le tematiche aperte, che annebbiavano l’orizzonte rendendo difficile intravedere un percorso ben delineato per lo sviluppo di un settore. Mancavano norme per la costruzione degli impianti, mancavano riferimenti chiari per le fasi autorizzative, mancava, soprattutto, una solida conoscenza delle caratteristiche del GNL.

Non tutto, però, già allora appariva negativo perché attorno al GNL si registrava un entusiasmo contagioso proveniente dall’Europa a cui rispondevano in modo proattivo, e prime fra tutte, le aziende della nostra Associazione.

Proprio grazie al contributo costruttivo fornito da Assogasliquidi alle Amministrazioni competenti, si sono potuti aprire tavoli di lavoro estremamente prolifici che hanno costruito in pochi anni un ambiente normativo chiaro e ben definito dal quale hanno potuto prendere le mosse i primi investimenti nelle infrastrutture di distribuzione del GNL sia per le utenze industriali e civili, sia per quelle stradali.

L’industria non è stata a guardare ed ha dimostrato di saper mettere a frutto le opportunità offerte da un mercato che, pur mostrando un forte potenziale, ancora non esisteva.

In pochi anni la disponibilità di regole chiare per la costruzione degli impianti per GNL ha consentito l’avvio di una stagione di crescita incredibile del settore che ha bruciato le più ottimistiche previsioni passando dal singolo impianto di distribuzione stradale di GNL disponibile nel 2014 agli oltre 35 aperti oggi, a cui si aggiungono la realizzazione di circa 20 impianti civili ed industriali, in crescita, e di alcune reti isolate.

Questi risultati appaiono ancor più interessanti se si considera che il sistema ha acquisito un’accelerazione formidabile anche dal punto di vista della consistenza del parco degli automezzi circolanti che, in pochissimi anni, ha visto il numero di camion alimentati a GNL impennarsi superando velocemente quota 2.000. La crescente richiesta è ben supportata dall’offerta di mezzi che è andata ampliandosi con diversi modelli e versioni che oggi consentono ai trasportatori di attingere ad un paniere variegato.

In un quadro in continua crescita lo sforzo di coordinamento dei principali temi sul tavolo e di corretta divulgazione delle esigenze e delle opportunità legate alla crescita di questa industria è perfettamente coniugato dalla continua e proficua collaborazione tra Assogasliquidi e Conferenza GNL che, per il prossimo anno, congiuntamente a Freight Leader Council, parteciperanno alla stesura di una monografia dedicata alle potenzialità del GNL proprio nel settore dei trasporti pesanti. Questo ulteriore strumento fornirà utili spunti di approfondimento delle caratteristiche e delle potenzialità del combustile mirato direttamente al modo dell’autotrasporto.

Nella catena dell’approvvigionamento del prodotto, anche per l’ultimo anello mancante i passi in avanti sono consistenti grazie alla pubblicazione delle guide tecniche dei Vigili del Fuoco proprio sulla costruzione dei depositi Small Scale (SSLNG), alla cui stesura Assogasliquidi ha attivamente partecipato. Oggi, in un quadro normativo di chiarimento degli aspetti tecnici e di gestione dei depositi, la loro realizzazione subirà una accelerazione certa.

Questo anello congiungerà idealmente la terra al mare consentendo di impiegare pienamente il GNL anche nei trasporti marittimi; a questo ulteriore obiettivo lavora la nostra Associazione in stretta collaborazione con Assoporti, Confitarma e Assoarmatori.

Forse oggi qualcuno ancora sta cercando di capire chi sia l’uovo e chi la gallina, ma nel frattempo, superando le etichette e le classificazioni, il nostro Paese ha saputo dimostrare che l’intraprendenza e l’organizzazione dell’industria, coadiuvata dall’associazione di settore e competentemente supportata dal decisionismo delle pubbliche amministrazioni, può raggiungere livelli che solo cinque anni fa sembravano impossibili ai più.

Vulcangas ed Ecomondo

Saremo presenti all’edizione 2018 di Ecomondo curando un intervento in merito a

La prevenzione incendi: novità in corso

Filippo Piras, Responsabile Tecnico rete autotrazione Vulcangas, Impianti di rifornimento stradali a GNL: informativa generale ed implicazioni di prevenzione incendi per le officine meccaniche di autoriparazione.

Qui il link dell’evento: https://www.ecomondo.com/eventi/programma/seminari-e-convegni/e10529973/la-prevenzione-incendi-novita-in-corso.html

convegno culcangas prevenzione incendi 2018 ecomondo

Joint venture Vulcangas-Rinascita Basket Rimini

RBR, una squadra che darà il 100%, sia in campo che fuori, attrezzata per raggiungere gli obiettivi e i sogni di una “comunità” intera, la nuova tribù dei canestri biancorossi. Il tutto partendo da organizzazione, territorialità e motivazioni forti, che sono alla base dei valori di Rinascita Basket Rimini.

Ci siamo anche noi come parte attiva di questo progetto di rilancio di un movimento, dice il nostro amministratore delegato, Giacomo Fabbri:
“Il progetto c’era stato presentato da tempo dagli amici Colombo e Maggioli, lo abbiamo condiviso subito perché crediamo che le imprese abbiano un dovere sociale sui territori nei quali  insistono. Dare una mano ad una società sportiva che parte dalla valorizzazione dei giovani è ampiamente nelle nostre corde, abbiamo sostenuto da sempre l’avviamento dei ragazzi nello sport, anche a livello formativo – spiega l’imprenditore – . Mi hanno chiesto di entrare nel CDA, ringrazio per l’opportunità che mi è stata data e sono onorato di poter seguire così da vicino questa iniziativa della quale, ripeto, siamo stati convinti fin da subito. Come Vulcangas, infatti, non vediamo credito-debito tra le aziende e i territori, ma secondo noi c’è un dovere, coniugato con le possibilità, di aiutare per quanto possibileil territorio. Si tratta di essere partecipi della vita di un territorio nel quale si è inseriti, e per il quale bisogna fare qualcosa. L’impresa, quindi, deve dare una mano perché è attore importante della città”.

TUTTI I COMPONENTI DEL CdA RBRGiacomo Fabbri CdA RBR
Paolo Maggioli (presidente)
Moreno Maresi (vice-presidente)
Paolo Carasso (amministratore delegato)
Davide Turci
Massimo Colombo (Coser)
Ermanno Pasini (Garden Sporting Center)
Giosuè Boldrini (Studio Boldrini)
Roberto Fabbri (Dulca)
Stefano Francioni
Alessandro Pesaresi (Pesaresi Costruzioni)

Trionfo Vulcangas di Magoo al 2° Trofeo Città di Rimini

Bellissima vittoria di Magoo Vulcangas  alla regata velica ” 2° Trofeo Città di Rimini”  la regata si è disputata domenica 16 settembre  su un percorso a bastone di circa 12 miglia marine con boe da girare tra  Rimini e Bellariva .Condizioni meteo perfette, mare calmo e vento costante sui 7/8 nodi.

vulcangas magoo trofeo rimini

Tutto l’articolo completo QUI!

Corridoio azzurro Vulcangas

Da oltre 50 anni, Vulcangas, affianca ai concetti di sicurezza e sviluppo tecnologico quello della Mobilità Sostenibile, promuovendo da sempre quei prodotti che possono portare ad un futuro pensato per i nostri figli….. Un futuro di mobilità a basso impatto ambientale…

Il miglior modo per predire il futuro è inventarlo…

 

Vulcangas commercializza, all’ingrosso e al dettaglio, GPL e Metano Liquido per l’Autotrazione come solido partner per tutte le aziende che hanno il coraggio di immaginare la propria logistica nel rispetto dell’ambiente.

Proprio questa filosofia ci ha permesso di realizzare il primo distributore di metano liquido della provincia di Rimini dedicato al supporto dello sviluppo della filiera del trasporto sostenibile.corridoio vulcangas gnl-160

Vulcangas convegno Verso i combustibili alternativi

Combustibili alternativi tra pratiche virtuose già in essere e prospettive di sviluppo: la parola ai costruttori, alle aziende e agli esperti. A Bologna, grazie alla collaborazione di Tper che insieme al Cifi e alla rivista Autobus completa il terzetto di realtà promotrici dell’iniziativa, venerdì 29 settembre si è tenuto il convegno “Verso i combustibili alternativi?”. L’evento si è tenuto nella sala multimediale Tper di via Saliceto 3.

 

Guarda lo speak completo qui: https://www.youtube.com/watch?v=IzlZuSjjQGs