I protagonisti del mondo del GPL

Nei primi sei mesi dell’anno in Toscana sono state oltre 90.000 le tonnellate di Gpl utilizzate, circa il 5,6% del totale nazionale. Il dato è stato reso noto a Firenze, in occasione del 29esimo congresso mondiale di settore World Lpg Forum & 2016 Aegpl Congress, che si è concluso alla Fortezza da Basso, e che ha visto confrontarsi 117 imprese italiane, europee e mondiali, per un totale di 90 Paesi rappresentanti.

«[…] le più grandi aziende del settore italiano e internazionale del Gpl sono tutte presenti», ha ricordato Francesco Franchi, presidente di Assogasliquidi, l’associazione del settore di Federchimica, nonché presidente e amministratore delegato di Costiero Gas Livorno Spa, società che gestisce il deposito più grande d’Italia di gas di petrolio liquefatto. Sua l’idea di ospitare in extremis il congresso a Firenze, dopo che l’originaria sede di Istanbul era stata abbandonata per le attuali tensioni politiche turche.

In generale, secondo Franchi, «manca la sensibilizzazione, soprattutto dei policy makers, per sviluppare la consapevolezza a livello globale del fatto che l’utilizzo di questa energia è sicuro, con un bassissimo impatto ambientale e oggi con costi inferiori ad altre energie».

Il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri e il viceministro per le Infrastrutture Riccardo Nencini hanno infatti confermato l’attenzione al Gpl nel recepimento della direttiva europea Dafi: «Cercheremo di avere dal governo una serie di incentivi – afferma Franchi – che possono essere, per quanto riguarda l’autotrazione, agevolazioni sul bollo e sulla circolazione nei giorni di blocco per le auto sotto l’euro 6, vantaggi nei parcheggi e nell’accesso ai centri storici; per l’industria e la combustione, una serie di agevolazioni per il rinnovo dei sistemi di utilizzo».

Oggi in Italia 7 milioni di famiglie usano il Gpl per scaldarsi, cucinare e produrre l’acqua calda sanitaria; 3,2 milioni sono le tonnellate di prodotto venduto nel 2015, di cui 1,6 milioni di tonnellate vendute nel comparto auto e 1,6 per il riscaldamento, 3.800 i punti vendita carburante, 400 gli impianti di approvvigionamento e oltre 2,2 milioni le autovetture circolanti alimentate a Gpl.