Che cos’è il GNL?

Ecco cos’è esattamente il Gas Naturale Liquido (GNL):

Il gas naturale viene definito dalla Norma UNI EN ISO 14532 come una “miscela complessa di idrocarburi, composta principalmente da metano, ma che generalmente include, quantità sensibilmente minori di etano, propano e idrocarburi superiori e alcuni gas non combustibili come ad esempio azoto e anidride carbonica“.

Ciò significa che gas naturale non è sinonimo di metano ma ne eredita gran parte delle caratteristiche chimico-fisiche.

Il GNL è Gas Naturale allo stato Liquido, si tratta di un liquido incolore che viene prodotto per liquefazione del gas naturale per sola refrigerazione a -161 °C (pressione 1,01325 bar).

Il GNL si presenta come un liquido prossimo al punto di ebollizione con una densità circa 600 volte superiore a quella che avrebbe a pressione atmosferica e a temperatura ambiente, il GNL ha le caratteristiche tipiche di una sostanza infiammabile, con la propensione ad incendiarsi ed eventualmente esplodere in determinate concentrazioni in volume con l’aria.

In caso di rilascio accidentale i vapori generati si comportano come una nube densa fino al momento in cui la temperatura della nube si innalza per mescolamento con l’aria.

Una volta riscaldati al di sopra dei -112 °C, essendo più leggeri dell’aria, i vapori possono disperdersi rapidamente in atmosfera soprattutto se in ambiente non confinato.

slide_imprese_gnl_2