IL FUTURO DELL’ECOSOSTENIBILITÁ

IL CORRIDOIO VULCANGAS LNG E BIO-LNG PROSEGUE IN EUROPA

È ormai noto che l’LNG riduce del 30% le emissioni di CO2, annulla la produzione di polveri sottili e  risulta essere più economico dei tradizionali combustibili.

Il fermento e l’attenzione riposta all’LNG da diversi settori quali il trasporto stradale pesante, rappresenta la conferma che è questo il prodotto di transizione dell’immediato futuro, grazie alle sue caratteristiche di flessibilità, economicità e soprattutto elevate potenzialità in termini di riduzione dell’impatto ambientale.

Esiste una versione ancora più ecosostenibile, quella del BIO LNG, che deriva totalmente da materiale organico come cibo o rifiuti animali, ha già esaurito il suo ciclo di carbonio, viene prodotto in bioraffineria, ed è totalmente ecologico.

Inoltre, la partnership con IVECO sottolinea la profusione di sforzi reciproci volti a una transizione energetica tale da voler raggiungere la carbon neutrality, per tutelare l’ambiente e ambire alla realizzazione di un’economia circolare.

Vulcangas, grazie alla sua visione pionieristica, prosegue ad investire in questo mercato nuovo, votato totalmente al green e da novembre 2020 è il primo operatore italiano a poter ritirare, immettere in consumo, fatturare e certificare BIO LNG prodotto da filiera certificata, 100% made in Italy.

Si tratta di una visione capillare e concreta che porta Vulcangas ad annunciare, per il mese di giugno 2021, l’inaugurazione del CORRIDOIO LNG E BIO-LNG in Europa. Un passo importante verso il futuro di una rete sempre più ecosostenibile.

Il Gruppo, a conferma della propria vocazione all’ecosostenibilità, è costantemente impegnato nella realizzazione di nuovi impianti, con l’obiettivo di continuare a rafforzare la propria rete di rifornimento e ampliare il progetto Carbon Free, rivolto a soddisfare le necessità delle logistiche di trasporto.

Ponendosi sempre al loro fianco, Vulcangas mette a disposizione VCARD, la carta di pagamento utilizzabile dalle flotte per il rifornimento in tutti gli impianti connessi al Corridoio LNG e BIO-LNG.

Ora anche in Europa.

Vuoi saperne di più? visita il sito: www.lngcorridor.com 

Con il Bio-LNG Arcese continua a investire su una flotta a impatto zero sull’ambiente

La logistica Arcese si fa sempre più sostenibile grazie all’accordo siglato con Vulcangas, al passaggio ai rifornimenti di Bio-LNG e ai nuovi IVECO S-WAY

Proseguono gli investimenti di Arcese nella logistica green, questa volta con un focus sulla sostenibilità dei trasporti. È stata infatti estesa la collaborazione con Vulcangas con un accordo che prevede l’integrazione della fornitura della flotta da LNG a Bio-LNG, gas rinnovabile dalle elevatissime potenzialità in termini di riduzione dell’impatto ambientale.

L’accordo è stato ufficialmente siglato in occasione del primo rifornimento ufficiale dei mezzi IVECO S-Way LNG di Arcese, avvenuto lo scorso 27 maggio presso l’impianto di Dalla Bernardina F.lli di Sommacampagna. All’evento erano presenti Andrea Bosi, Key Account Manager Vulcangas, Fabrizio Buffa, IVECO Italy Market Alternative Propulsions Manager oltre ad Emanuele Arcese, Simona Melai e Carlo La Corte, questi ultimi rispettivamente FTL Road Freight Director, Sustainability Manager e Transport Technical Manager di Arcese. Si tratta di un nuovo importante passo verso un processo di decarbonizzazione dei servizi di trasporto su gomma del Gruppo, in quanto l’utilizzo del Bio-LNG consente ai nuovi IVECO S-WAY Low Tractor di percorrere con un solo pieno circa 1350 Km con un reale impatto zero sull’ambiente.

I mezzi LNG hanno il vantaggio di azzerare le emissioni di particolato e di abbassare le emissioni di CO2 rispetto ai motori a gasolio, in ottica Tank-To-Wheel. Con l’impiego di Bio-LNG, immesso in consumo da Vulcangas da filiera tracciata e certificata e 100% made in Italy, il nostro obiettivo è di riuscire a trasportare le merci con un impatto minimo sul clima, riducendo quasi a zero le emissioni di CO2 sul perimetro di calcolo Well-To-Wheel.” Afferma Simona Melai – Sustainability Manager di Arcese, che prosegue: “In questo modo intendiamo contribuire attivamente al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di tutela ambientale per cui l’Europa ha già formalizzato un impegno concreto. La partnership con Vulcangas e Iveco sottolinea il reciproco impegno nel salvaguardare l’ambiente e diminuire l’impronta ecologica nostra e indirettamente dei nostri clienti.”

Vulcangas concretizza il primo rifornimento di Bio-LNG per Arcese

Con entusiasmo e uno sguardo sempre rivolto al futuro, siamo fieri di continuare il nostro progetto Carbon Free volto a incontrare e soddisfare le necessità del mondo dell’autotrasporto votato a una logistica ecosostenibile. Vulcangas è il primo operatore Nazionale a poter ritirare dalla Bioraffineria, trasportare, immettere in consumo e certificare il Bio-LNG, a conferma del proprio impegno nella riduzione di quel 30% della produzione di CO2 imputabile al mondo dei trasporti” sottolinea Andrea Bosi, Key Account Manager di Vulcangas, che aggiunge: “Continueremo a far crescere il nostro corridoio di stazioni LNG, dialogando costantemente con le logistiche del trasporto per garantire totale supporto e servizio”.

IVECO S-Way motore integrante della strategia sostenibile di Arcese

Fabrizio Buffa, IVECO Italy Market Alternative Propulsions Manager, ha così commentato la notizia: “IVECO e il Gruppo Arcese sono da decenni legati da un rapporto di stima e collaborazione che, ancora una volta, è andato consolidandosi sulle orme della sostenibilità. Siamo dunque onorati che i nostri mezzi siano protagonisti del passaggio ai rifornimenti di Bio-LNG, che rappresenta oggi l’unica soluzione in grado di raggiungere da subito la cosiddetta “carbon neutrality”. Viaggiare a Bio-LNG è finalmente una realtà, grazie anche e soprattutto alla collaborazione e alla lungimiranza delle tre aziende coinvolte.”

Siamo orgogliosi di essere tra i primi operatori logistici in Italia ad utilizzare Bio-LNG per la nostra flotta di mezzi green. Negli ultimi anni abbiamo fatto importanti investimenti in questa direzione. La nostra moderna flotta è uno strumento fondamentale per la riduzione delle emissioni di CO2, ed entro fine anno sarà costituita all’84% dai nuovissimi mezzi Euro 6 e al 16% da LNG – Euro 6” commenta Emanuele Arcese, FTL Road Freight Director di Arcese, e prosegue: “Il nostro obiettivo a lungo termine è la decarbonizzazione dei trasporti e per questo continueremo a potenziare la flotta a Bio-LNG”.

Vulcangas, Arcese ed Iveco per il BIO LNG


 

Didascalia foto:

Andrea Bosi, Key Account Manager Vulcangas
Emanuele Arcese, FTL Road Freight Director di Arcese
Fabrizio Buffa, IVECO Italy Market Alternative Propulsions Manager

Da sempre sprigioniamo energia POSITIVA!

24/03/2021

Comunicato stampa 1/2021

VULCANGAS continua il proprio progetto Carbon Free rivolto alle logistiche del trasporto, un progetto nato nel 2015 con l’inaugurazione della prima stazione di servizio dedicata all’LNG a Rimini.

Da quel giorno Vulcangas ha continuato ad investire in un mercato nuovo, un mercato votato al Green, arrivando oggi ad aver sviluppato una propria carta dedicata esclusivamente al Metano Liquido, ad aver costruito un corridoio di 45 stazioni di servizio, delle quali cinque di proprietà, ad essere il primo operatore Nazionale per trading di molecola, ma soprattutto ad essere il primo operatore Nazionale a poter ritirare dalla Bioraffineria, trasportare , immettere in consumo  e certificare il BioLNG, a conferma del proprio impegno nella riduzione di quel 30% della produzione di CO2 imputabile al mondo dei trasporti.

Questo continuo processo di crescita e questa visione Green ha permesso a Vulcangas di incontrare nel suo cammino, partner con i quali condividere un progetto e una visione di Economia Circolare dedicata al mondo del trasporto.

Partnership come quella con IVECO ed ENGIE hanno portato l’attenzione del mercato sul prodotto BIOLNG, un prodotto “reale” che già diverse Logistiche di Trasporto oggi stanno utilizzando per movimentare merci su tutto il territorio Nazionale, grazie alle stazioni del Corridoio Vulcangas censite al GSE come punti di immissione a consumo.

Oggi si continua a parlare di elettrico e di idrogeno, senza attenzionare con il dovuto impegno un combustibile Green come il BioLNG che può aiutare l’UE a raggiungere i suoi obiettivi climatici per il 2030 e diventare neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050. Poiché il processo di produzione di BioLNG cattura il carbonio, la catena del valore del BioLNG, genera emissioni di carbonio negative.

Vulcangas è da oltre 50 anni pioniere in Italia e prosegue nel proprio impegno ambientale, continuando ad interagire con i principali attori del mercato, facendo crescere il proprio Corridoio di stazioni LNG in Italia e dal prossimo Aprile 2021 anche in Europa, dialogando costantemente con le Logistiche del Trasporto per garantire supporto e servizio.


Le ultime due recenti attivazioni di punti vendita VCard nel mese di Marzo:

Continua il nostro cammino al fianco delle Logistiche Green.

Immagine1
Immagine2